Musicoterapia Veneto

29 agosto 2007

Congresso europeo Eindhoven 2007

Rimpicciolire il testoIngrandire il testo

Assemblea europea

Durante l’assemblea hanno assistito come uditori Anna Boesso, Simona Ghezzi (F.I.M.) e Luciana Mosca (AIREM).
I rappresentanti dei vari paesi hanno relazionato brevemente sulla situazione della musicoterapia nel proprio paese: Svizzera, Francia, Finlandia e Austria hanno il riconoscimento della musicoterapia.
Altri paesi lo stanno raggiungendo, ed altri ancora stanno lavorando per poterlo ottenere.
Ogni paese, avendo un sistema di governo diverso, deve creare un sistema di cooperazione tra le varie associazioni e lavorare per il raggiungimento del riconoscimento della figura professionale al proprio interno.
Non avendo avuto la possibilità di parlare durante l’assemblea, Simona Ghezzi ed Anna Boesso hanno consegnato al direttivo dell’EMTC una relazione contenente delle richieste di chiarificazione delle leggi sulle votazioni dei rappresentanti, su alcuni punti poco chiari (che anche altri paesi hanno notato) circa il riconoscimento del registro professionale dell’EMTC (EMTR), ed hanno richiesto di poter consegnare ai rappresentanti di tutti i paesi europei la "brochure" sulla "Musicoterapia umanistica". Il Presidente dell’EMTC l’ha consegnata e presentata a tutti il giorno seguente.
Inoltre, il consiglio direttivo ha spiegato che il registro professionale (EMTR) sarà attivo nel giro di tre anni, ed essendo ancora in costruzione in questo periodo verranno chiarite meglio alcune parti.
Nel 2010 verrà eletto il nuovo Coreboard dell’Europa, i candidati alla presidenza sono: Jaakko Erkkilla e Ferdinando Suvini.

Incontro con il sud Europa

I rappresentanti dei paesi del nord, sud e centro Europa si sono incontrati separatamente per discutere la situazione delle varie zone.
Erano presenti per il sud Europa Italia, Spagna, Portogallo e Israele. Era assente la Grecia.
Dalla discussione è emerso che tutto il sud Europa ha problemi di conflitti all’interno dei propri paesi.
La rappresentante dell’Israele, Chava Sekeles, parla del suo paese e suggerisce ai nostri paesi di scrivere la storia della musicoterapia, definendo per iscritto i vari passaggi ed incontri svolti tra le varie associazioni. Questo potrebbe aiutare a raggiungere una maggiore cooperazione e rispetto.

Incontro italiano

Erano presenti: Ferdinando Suvini (A.I.M.), Simona Ghezzi, Anna Boesso e Nicoletta Bettini (F.I.M.), Luciana Mosca (AIREM). F.I.M. e AIREM avevano anche la delega da parte dei rappresentanti Giulia Cremaschi e Renato De Michele.
In quell’occasione abbiamo proposto di cogliere il suggerimento di Chava Sekeles e di mettere per iscritto e poi firmare ogni incontro tra le quattro associazioni italiane iscritte all’EMTC. Questo per poter avere maggiore chiarezza tra tutti noi.
Ci siamo impegnati, inoltre, ad incontrarci più spesso durante l’anno (il primo incontro verrà deciso entro dicembre 2007) per incominciare a collaborare alla costruzione della figura professionale in Italia.

Lavori della F.I.M. presenti al Congresso

I lavori presentati al congresso sono stati riconosciuti e apprezzati da parte di molti congressisti, di vari professionisti di altri paesi (come Olanda, Germania e Austria), ed anche dal presidente dell’EMTC Jos De Backer.
La "Musicoterapia Umanistica" è sempre più presente nel panorama europeo.
Molti (Lituania, Polonia, Olanda) hanno chiesto di poter conoscere Giulia Cremaschi ed avere delle collaborazioni e presenze nei loro convegni.
Simona, Anna e Nicoletta ringraziamo tutti i nostri colleghi che da casa facevano il "tifo" per noi e che ci hanno fatto sentire la loro importante presenza.
Per il prossimo congresso speriamo di essere presenti con più lavori, perché è importante far conoscere il nostro lavoro. Riteniamo che all’interno della F.I.M. ci siano tante persone che fanno dei lavori bellissimi, ed è giusto farli conoscere.
Giulia, attraverso i nostri lavori, è stata riconosciuta e apprezzata come una “Caposcuola” di un modello italiano (Musicoterapia Umanistica) in grado di passare le proprie conoscenze nei corsi di formazione dell’A.P.M.M.

Un grazie a Giulia
Anna Boesso

Cookies - Sito realizzato con SPIP da HCE web design